Anno 2016, le Nostre 3 Domande al Futuro Sindaco di Milano

elezioni-comunali_650x447

Anno 2016, elezioni per sindaco di Milano.

Il comitato di quartiere P.R.U. Rubattino propone ai candidati alle elezioni a Sindaco di Milano le seguenti 3 domande circa gli impegni che intendono assumere per il quartiere nella prossima consigliatura in caso di loro elezione.

SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO

Il quartiere di circa 5.000 abitanti ha – da settembre 2015 – un asilo-nido e la scuola dell’infanzia; mancano le scuole dell’obbligo primaria e secondaria di primo grado, le scuole più vicine distano più di 1 chilometro o non sono sufficientemente capienti per accogliere tutti i bambini del quartiere. Chiediamo quindi che – in attesa che vengano rispettati gli impegni che aveva assunto la società Rubattino nel P.R.U. – si trovi una soluzione temporanea che soddisfi le necessità del quartiere.

TRAFFICO E VIABILITÀ

Nei prossimi mesi si aprirà il cantiere di via dei Canzi/via Pitteri che prevede entro il 2017 la costruzione di altri palazzi ad uso abitativo (al termine della riqualificazione, in totale, dovrebbero sorgerne sette). In breve tempo la popolazione da circa 6.500 abitanti salirà a oltre 8.000 che appesantiranno ulteriormente la viabilità già precaria, che comporta, nelle ore di punta, lunghe code negli unici due punti di attraversamento della ferrovia. È quindi assolutamente indispensabile prevedere almeno un terzo punto di passaggio oltre la ferrovia.

SVILUPPO SOCIALE E VIVIBILITÀ DEL QUARTIERE

Il Programma di Riqualificazione Urbana Rubattino prevede la riqualificazione dei vecchi edifici della fabbrica Innocenti dismessa, attraverso la realizzazione di servizi e centri di aggregazione culturali e sportivi, nonché incubatori d’azienda. La mancata realizzazione di questo impegno da parte della società costruttrice rende monco il progetto del quartiere, relegandolo al ruolo di quartiere dormitorio. I recenti sviluppi dell’area di via Ventura con il “Fuori Salone del Mobile”, hanno dato nuovo impulso all’abitabilità e alle attività commerciali in zona; la realizzazione dei servizi previsti nella “Casa di Cristallo” consentirebbe una positiva integrazione del quartiere Rubattino con il resto dell’area di Lambrate.

L’attuale Caserma di via Pitteri è in via di dismissione; sono state fatte diverse ipotesi di riutilizzo dell’area.

Chiediamo un impegno della nuova Amministrazione a studiare una coerenza progettuale che integri tutte le proposte, vecchie e nuove, alla migliore vivibilità all’interno del quartiere. Un luogo frequentato e vissuto dai propri abitanti lo rende piacevole e sicuro per tutti.

Il Comitato Direttivo P.R.U. Rubattino

 

*************************

Le abbiamo riferito le domande le esigenze del quartiere che sosteniamo da anni, a Lei chiediamo:

  • Cosa intende fare per dotare il nostro quartiere delle scuole di primo grado ?
  • Cosa intende fare per migliorare il traffico e la viabilità ?
  • Cosa intende fare per lo sviluppo sociale e la vivibilità del quartiere ?

È vero che gli impegni che doveva rispettare la società proprietaria AEDES (vecchia Rubattino) sono impegni del privato e non del Comune, ma visto che il P.R.U. è un accordo fra il privato e l’Amministrazione Comunale, se il privato non rispetta gli accordi l’Amministrazione pubblica deve difendere i cittadini.

*************************

1 commento su “Anno 2016, le Nostre 3 Domande al Futuro Sindaco di Milano”

  1. Pingback: Le Nostre 3 Domande: Appuntamento Acli Lambrate con Francesco Maiorino (Centrosinistra) - Comitato Pru Rubattino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su